Contact Us  - Contattaci

 

Name
Name
         

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

DIREDONNE. Di Marzio (CENTRO LIREC): Implementare  Linee FoRB che Italia ha sottoscritto

COMUNICATI

I Comunicati Stampa del Centro Studi LIREC

DIREDONNE. Di Marzio (CENTRO LIREC): Implementare Linee FoRB che Italia ha sottoscritto

Raffaella Di Marzio


DIREDONNE. DI MARZIO (CENTRO LIREC)

IMPLEMENTARE LINEE FORB CHE ITALIA HA SOTTOSCRITTO

FOTO DI GIANNI CARBOTTI

(DIRE) Roma, 15 feb. - Il Centro Studi LIREC, su interessamento dell'on. Stefano Ceccanti (PD) ha presentato ieri alla Camera dei deputati la Strategia d'implementazione delle Linee-guida UE sulla liberta' di religione, credo e coscienza (FORB). Sono intervenuti il senatore Lucio Malan (FI); la presidente della Federazione delle Donne Evangeliche in Italia Dora Bognandi, Pietro Nocita e Raffaella Di Marzio, rispettivamente presidente e direttrice di LIREC. Cosi' in un comunicato stampa. "La liberta' religiosa- ha affermato Ceccanti- e' un diritto fondamentale: la regola e' la liberta', sono i limiti che devono essere giustificati. Spesso su questo tema, chiamando in causa problemi legati alla sicurezza o all'immigrazione, assistiamo a una deviazione del dibattito: 'prima mettiamo i limiti'. Funziona invece al contrario: prendiamo piuttosto sul serio l'art. 8 e l'art. 19 della Costituzione".

Raffaella Di Marzio, direttrice di LIREC, illustrando il documento ha spiegato che "nel 2013 sono state approvate le linee-guida FORB: tutti gli Stati membri che hanno sottoscritto le Linee-guida, compresa l'Italia, dovrebbero implementarle al loro interno. Abbiamo allora pensato che raccogliere le nostre esperienze, insieme ai piu' autorevoli studi in questo settore, potesse essere utile a verificare la situazione dell'Italia".

Pietro Nocita ha descritto il quadro normativo e i rischi posti dai tentativi di introdurre "leggi speciali" per i gruppi religiosi. "Un gruppo che ha un credo garantito dal diritto di associazione, di riunione e di espressione del pensiero- ha sottolineato- purche' non delinqua e rispetti le leggi penali e amministrative dev'essere riconosciuto. Dobbiamo sempre essere vigili, perche' le interpretazioni della legge creano problematiche attuative che vanno a danno delle minoranze".

"LIREC ha colto un punto molto importante delle Linee-guida FORB: i collegamenti fra i vari diritti. La liberta' religiosa- ha ribadito la presidente della Federazione delle Donne Evangeliche in Italia Dora Bognandi- e' un diritto inalienabile, ma se accanto a una persona che ne gode c'e' qualcuno che non ha le pari opportunita' questo non puo' godere completamente della liberta' di pensiero".

 Ha concluso il senatore Malan che si e' soffermato sui problemi che interessano l'istruzione scolastica: "Con Ceccanti abbiamo sostenuto l'approvazione di cinque intese con minoranze religiose in due legislature: un numero record. Quello che presentate e' un documento importante, ed e' un vasto programma".

 (Com/Sim/ Dire)

17:12 15-02-19